VISITA AL “ PALMETUM “ DI SANTA CRUZ DE TENERIFE

Il Palmetum di Santa Cruz de Tenerife ci chiama ad una nostra visita.

Ci spiegano che è un giardino botanico di 12 ettari, specializzato nella famiglia delle palme.

Il Palmetum è un progetto unico al mondo, derivato da una discarica è stato trasformato in uno spazio adibito per il tempo libero e la cultura botanica, con la sua spettacolare vegetazione.

Alla sua realizzazione hanno collaborato botanici di tutto il mondo e oggi nel Palmetum cresce la migliore collezione di palme d’ Europa, ma è considerata la più grande collezione botanica di palme delle isole tropicali nel mondo.

Raccolte le prime informazioni, raggiungiamo il sito, lasciando l’auto nel parcheggio, paghiamo un biglietto d’ ingresso e decidiamo di salire in ascensore.

All’arrivo in alto ci appare una bellissima immagine dell’ oceano con un colore cosi blu da sembrar pitturato a mano, peraltro siamo stati particolarmente fortunati per la bellissima giornata.

Ci colpisce il verde tutto intorno, ricco di migliaia di palme di tutte le misure.

I viottoli forniscono cartellonistica con indicazioni preziose, il caldo è più che sopportabile grazie ad un dolce venticello che sembra darci il benvenuto.
I giardini sono colmi di fiori di tutti i colori, con attenta indicazione della loro origine.

Raggiungiamo un canale con accanto un laghetto soffocato di piante e di un bellissimo colore verde, non manchiamo qualche scatto fotografico.

Proseguiamo il nostro percorso e rimaniamo incantati nell’osservare come cambiano le immagini, i colori, i profumi, la diversità delle piante fiorite.

Raggiungiamo una bellissima cascata d’ acqua sopra ad una parete di pietra levigata, sottostante un bellissimo laghetto con al centro piante molto verdi.

Osserviamo che la passeggiata lungo il parco è durata quasi tre ore, stanchi ma molto soddisfatti, non siamo proprio convinti di lasciare questo meraviglioso sito, ci sentiamo bene, rigenerati e convinti di voler tornare una prossima volta.

A cura fotografica e redazionale di Luigi Prosperi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento